KING ARTHUR E L’ULTIMA BATTAGLIA

Non lo so, ma io mi emoziono. La scelta di non scappare ed entrare in battaglia. Per la vita o per la morte. Gli sguardi di chi si sente come fratelli o sorelle, pur senza essere parenti. La fierezza di seguire un leader in cui si crede o, al contrario, la gratitudine di un leader che si sente sinceramente seguito dai propri cavalieri. La violenza che cela dietro una vera causa, un sentire puro, un seguire fino in fondo il proprio “dharma” (dovere morale o missione o destino).

Forse simboli d’altri tempi, anacronistici.

Secondo me no.

Certo, è solo un film. Ma per chi conosce il linguaggio artistico sa che è possibile trasmettere emozioni e principi veri attraverso storie o immagini “false”.

Personalmente credo che quello che viene trasmesso da queste immagini non sia qualcosa da supereroi o da leggenda.

Credo che sia ciò che rende l’essere umano tale. Anzi, ciò che lo renderebbe tale, differenzialdolo, davvero, dagli animali.

Ma l’essere umano, spesso, preferisce credere a quella che gli viene venduta come…realtà.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=SC72VvAz_zo]